×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 752

Elia Viviani: il tris della rabbia

Si usa dire: “non c’è 2 senza 3”, ma se il 3 si fa attendere troppo, qualcuno può anche arrabbiarsi. È il caso di Elia Viviani, che dopo lo splendido show nel fine settimana d’apertura in Israele, aveva dato l’impressione negli sprint successivi, di avere perso un po’ di smalto. Finalmente a Nervesa della Battaglia, sono ritornati ottimali tutti i sincronismi a livello di squadra. Sincronismi che hanno consentito di portare lo sprinter più forte del Giro, a far esplodere il suo guizzo veloce nel momento giusto, al posto giusto.

Orfana della ruota veloce Jakub Mareczko, la Wilier Triestina ha inteso giocare d’anticipo, puntando la carta del finisseur con Marco Coledan, a poco più di un chilometro dall’arrivo. Tanto è bastato a scompaginare - sia pure in parte - i giochi. Costringendo i velocisti a rivedere i tempi nei quali lanciare lo sprint. In particolare Modolo e Bennet, apparsi entrambi oggi, particolarmente ispirati; peccato per loro, che Elia Viviani abbia affrontato la volata con un diavolo per capello. Con quella rabbia che, come capita spesso alle persone sensibili e intelligenti, si trasformano in energia positiva e adrenalina produttiva. In effetti, mai come a Nervesa della Battaglia - sebbene in Israele avesse vinto con estrema naturalezza - lo sprinter della Quick-Step Floors aveva palesato una superiorità così disarmante.

Per i velocisti restano adesso soltanto altri due appuntamenti: quello di Iseo mercoledì e poi, l’epilogo a Roma. Occasioni nelle quali Viviani potrà puntare al poker e se gli andasse bene nelle località lacustre, potrà pensare poi anche al pokerissimo. Sempre che, con la tranquillità e la serenità ritrovata, non vada a calare quella opportuna rabbia e adrenalina che sicuramente, in terra trivigiana, sono state le sue armi in più.

Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi

ORDINE D'ARRIVO:

  1 Elia Viviani (ITA) Quick Step Floors 3:56:25
  2 Sam Bennett (IRL) Bora - Hansgrohe s.t.
  3 Danny Van Poppel (NED) Lotto NL - Jumbo s.t.
  4 Sacha Modolo (ITA) EF Education First - Drapac s.t.
  5 Ryan Gibbons (RSA) Dimension Data s.t.
  6 Jean-Pierre 'Jempy' Drucker (LUX) BMC Racing Team s.t.
  7 Manuel Belletti (ITA) Androni Giocattoli - Sidermec s.t.
  8 Clément Venturini (FRA) AG2R - La Mondiale s.t.
  9 Baptiste Planckaert (BEL) Katusha - Alpecin s.t.
10 Jens Debusschere (BEL) Lotto - Soudal s.t.

l'ordine d'arrivo completo della tredicesima tappa

CLASSIFICA GENERALE:

  1 Simon Yates (GBR) Mitchelton - Scott 55:54:20
  2 Tom Dumoulin (NED) Sunweb 0:47
  3 Thibaut Pinot (FRA) Groupama - FDJ 1:04
  4 Domenico Pozzovivo (ITA) Bahrain - Merida 1:18
  5 Richard Antonio Carapaz Montenegro (ECU) Movistar 1:56
  6 George Bennett (NZL) Lotto NL - Jumbo 2:09
  7 Rohan Dennis (AUS) BMC Racing Team 2:36
  8 Pello Bilbao Lopez De Armentia (ESP) Astana 2:54
  9 Patrick Konrad (AUT) Bora - Hansgrohe 2:55
10 Fabio Aru (ITA) UAE Team Emirates 3:10

la classifica generale completa dopo la tredicesima tappa


Stampa   Email